• Ultimi commenti

  • La toxoplasmosi del gatto

    La toxoplasmosi è una malattia infettiva causata da un parassita: il Toxoplasma gondii. Questa malattia diventa particolarmente preoccupante se ad esserne affetto è un gatto la cui proprietaria è in dolce attesa perché, seppur raramente, la malattia può contagiare il feto.
    Il veicolo di contagio della Toxoplasmosi sono le feci del gatto e la carne cruda ed il contagio avviene direttamente dal contatto dell’uomo con questi 2 veicoli.
    Per esempio la non corretta pulizia della lettiera del gatto, può essere causa di contagio della malattia.
    Circa il 10% dei gatti in tutto il mondo sono affetti da questa malattia, mentre il 15% circa ne è portatore sano, la diffusione della toxoplasmosi è agevolata dall’ingestione da parte del gatto di animali selvatici come uccelli o topi.
    La Toxoplasmosi è una malattia per lo più asintomatica anche se raramente presenta sintomi come diarrea, febbre, abbassamento delle difese immunitarie, difficoltà nella respirazione, apatia e mancanza di appetito.
    Il modo ideale per sapere se il tuo gatto è affetto da questa malattia è quindi un semplice esame del sangue.
    E’ in ogni caso possibile prevenire l’insorgere della malattia, alimentando il gatto con cibi umidi o crocchette che sono alimenti completi capaci di fornire al gatto tutti i principi nutritivi di cui ha bisogno, ed evitare di fargli mangiare cibi crudi.
    Se poi il gatto vive dentro casa è regolarmente vaccinato e non ha contatti con animali che vivono fuori casa, il rischio che possa contrarre questa malattia è praticamente inesistente.
    Se invece le analisi dovessero evidenziarne la presenza, sarà sufficiente, come ti spiegherà il veterinario, un ciclo di 2 settimane di antibiotico per far tornare micio felice e sano.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *